17 Luglio 2021

Totti e la maledizione della Coppa Italia...
di Stefano Greco

Non il calcio vero a 11 ma il Calcio8. Non era Roma-Lazio come il 26 giugno del 2013 e il teatro non era l'Olimpico ma un campo nella periferia romana, ma il sapore amaro della sconfitta è lo stesso, il capitano avversario (Ledesma) che festeggia la vittoria con i compagni sotto la tribuna occupata dai tifosi della Lazio pure e, ironia della sorte anche il trofeo. Ancora una volta la Coppa Italia, un'altra "coppa in faccia per Francesco Totti" come da ore come campeggia ovunque sui social.

Strano destino quello di Francesco Totti, campione immenso e ragazzo simpatico fuori dal campo che sul rettangolo di gioco (come ha lui stesso ammesso nel film autobiografico) si trasforma e rosica come pochi quando perde in generale e in particolare quando la sconfitta arriva contro la Lazio. E di derby Francesco ne ha persi tanti nella sua carriera: addirittura 17 (contro 15 vittorie e 12 pareggi), un altro dei tanti record stabiliti in carriera. Ma tra tutti i derby persi, quello del 26 maggio del 2013 è una ferita che non si rimargina, una cicatrice che duole anche solo a sfiorarla con le dita o a guardarla. Perché non c'è stata rivincita, perché non è bastato vincere il derby successivo per eliminare quel sapore acre dalla bocca, perché quel trofeo in palio il 26 maggio sta nella bacheca della Lazio a Formello e quella sera lo ha alzato al cielo di Roma la Lazio e lui da capitano dei sconfitti stava sul prato (senza medaglia d'argento al collo, perché se l'era già sfilata...) a guardare i rivali festeggiare. Solo, perché i tifosi della Roma avevano già abbandonato gli spalti lasciando la Curva Sud deserta e perché c'è sempre il vuoto intorno a chi perde.

Francesco non ce la fa a stare senza calcio, senza scarpini ai piedi, senza poter toccare quel pallone che per lui significa vita. Ma che quando incrocia la Lazio, diventa sconfitta. Gli è successo il 26 maggio 2013, gli è successo l'altra sera nella finale di Coppa Italia di Calcio8 con la sua Totti Sporting Club sempre contro la Lazio. Finita sul 2-2 la partita, Totti con le squadre in perfetta parità è andato a calciare l'ultimo rigore: palla piazzata sul dischetto, breve rincorsa, botta di destro e palla che si infrange sulla rete... ma non sulla rete all'interno della porta, ma su quella di recinsione del campo alla destra del portiere della Lazio. E subito dopo il gol della Lazio, il triplice fischio dell'arbitro che sanciosce la fine, il boato dello spicchio laziale, l'esultanza degli avversari e quel sapore amaro di sconfitta che non va giù vedendo quella festa e un senso di déjà vu nel vedere Ledesma con la maglia con l'aquila sul petto alzare quella Coppa Italia.

Non era il calcio vero, non era Lazio contro Roma, ma la beffa è la stessa. Quasi una maledizione quella Coppa Italia persa addirittura due volte contro la Lazio in finale e che gli riporta alla mente anche l'ultimo trofeo alzato da capitano, esattamente 13 anni, un mese 22 giorni fa a San Siro. Un ricordo sbiadito, mentre quello della "coppa in faccia" è vivo, vivissimo, perché a quello del 26 maggio 2013 si è aggiunto anche quello del 16 luglio 2021...





Accadde oggi 23.09

1923 Ancona, campo militare di Piazza d'Armi - Anconetana-Lazio 1-3
1946 Nasce a Parma Enrico Catuzzi
1951 Torino, stadio Comunale - Juventus-Lazio 5-3
1956 Firenze, stadio Comunale - Fiorentina-Lazio 0-0
1970 Londra, stadio Highbury - Arsenal-Lazio 2-0
1973 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Novara 6-0
1979 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Fiorentina 2-0
1984 Udine, stadio Friuli - Udinese-Lazio 5-0
1990 Lecce, stadio Via del Mare - Lecce-Lazio 1-0
2001 Milano, stadio Giuseppe Meazza - Milan-Lazio 2-0
2007 Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia - Atalanta-Lazio 2-1
2009 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Parma 1-2

Video

Ringraziamenti

Millenovecento vive grazie a...

Agli amici&sponsor Pietro Ricci (Acqua Filette e Ricci Auto), Marco Lodi (Lodi Optic) e Luca Monaco (OINOS e ESI)... Agli amici Vittorio Sacripanti,… [+]

Titolo Lazio

Analisi del titolo S.S. LAZIO del 1/9/2021
 

49.958 titoli scambiati
Chiusura registrata a 1,236 euro
Variazione del +0,82%