10 Maggio 2021

Auguri a me! Auguri MILLENOVECENTO!
di Stefano Greco

Oggi festeggio l’ultimo compleanno prima del traguardo importante dei 60 anni, ma oggi il compleanno vero è quello di MILLENOVECENTO che festeggia i 10 anni di vita. Se il 10 maggio del 2011, quando ho scritto l'editoriale che dava inizio a questa avventura, qualcuno mi avesse detto che MILLENOVECENTO avrebbe fatto così tanta strada e sarebbe diventato quello che è oggi, giuro che non ci avrei creduto. L'avrei presa come una battuta, sorridendo come avrei fatto se quel 19 luglio del 2004 qualcuno mi avesse detto che quel personaggio occhialuto e che parlava in modo buffo dopo 17 anni sarebbe diventato il secondo presidente più longevo e vincente della storia della Lazio. E avrei sbagliato a prenderla come una battuta, in entrambi i casi.

Sì, perché Lotito è entrato (che piaccia o no...) nella storia della Lazio e MILLENOVECENTO è entrato nel cuore della gente. E, cosa che mi rende ancora più orgoglioso, non solo nel cuore dei tifosi laziali, quelli a cui avevamo deciso di rivolgerci creando questa testata giornalistica diversa e un po' irriverente, ma anche di tanti che laziali non sono e che in qualche caso magari amano altri sport più del calcio. Il frutto di questo lavoro è conservato in quell'archivio in cui sono racchiusi quasi 4500 articoli scritti (nel 95% dei casi dal sottoscritto) in questi 10 anni: tutti i giorni, senza fermarsi neanche a Natale, Capodanno, Pasqua e Ferragosto nel tentativo di tenere compagnia ogni giorno a chi considera MILLENOVECENTO un compagno di avventura quotidiano. Ma anche per informare, raccontare quello che nessuno o quasi in questi anni ha avuto il coraggio di dire o di scrivere sul mondo-Lazio e su chi guida questa società. Come avevo promesso quel primo giorno nell'editoriale di apertura...

http://www.sslaziofans.it/contenuto.php?idContenuto=25407

Questo è quello che mi ero prefisso di fare 10 anni fa di questi tempi con quei 3-4 amici che mi hanno aiutato a mettere su questo giornale, nato per scherzo e diventato qualcosa di importante. Questo è quello che avevo promesso di fare con l’editoriale di apertura del 10 maggio 2011 e, che piaccia o no, questo è quello che ho tentato di fare in questi 120 mesi, restando il più possibile fedele alla promessa fatta e all’impegno preso esattamente dieci anni fa... I numeri dicono che ci siamo riusciti, anzi, che ci sono riuscito visto che sono al tempo stesso il comandante, il marinaio e il macchinista di questa piccola nave. Decine di migliaia di visitatori quotidiani, quasi 50.000 visitatori abituali, oltre 16 milioni di pagine di lette ogni anno. Numeri pazzeschi per una piccola realtà portata avanti da una sola persona, senza collaboratori, senza alcun tipo di supporto.

Sono un uomo solo da questo punto di vista, un uomo solo che deve farsi carico di tutti i problemi, che deve fare i conti con la propria coscienza e che da anni si pone sempre la stessa domanda: NE È VALSA LA PENA? La risposta che mi sono dato fino ad oggi è sempre stata la stessa: SÌ, NE È VALSA LA PENA… Ne è valsa la pena perché questo giornale ha centinaia di migliaia di accessi e milioni di pagine lette, perché in tanti mi scrivono in privato confidandomi di aver letto su MILLENOVECENTO storie che altrove non si leggono e, soprattutto, che grazie a questo giornale hanno scoperto storie di Lazio che non conoscevano e che li hanno fatti innamorare ancora di più di questi colori. E questo, oltre ad essere un motivo d'orgoglio è sicuramente anche uno stimolo ad andare avanti. Ma, al tempo stesso, l'odio dilagante che monta come un'onda sul web che si abbatte soprattutto su chi non si omologa e su chi non si adegua a cavalcare ogni tipo di onda seguendo l'emotività della piazza, porta a riflettere, a pormi un'altra domanda che mi sono sentito ripetere tante, tantissime volte, da amici che mi vogliono bene e che tentano di convincermi a lasciar perdere: "Ma chi te lo fa fare di andare avanti?"... Già, chi me lo fa fare? Vale la pena andare avanti e battersi o sbattersi per difendere le proprie idee, per tenere accesa una voce libera e di dissenso mettendoci sempre la faccia? Chi me lo fa fare a rischiare sempre in prima persona affrontando anche argomenti scottanti per prendermi poi in alcuni casi anche gli insulti (e le minacce) di qualcuno che ha la coda di paglia o che si sente depositario della Lazialità e quindi in diritto di dispensare o revocare patenti?

È una vita che vado avanti mettendoci sempre la faccia in qualunque cosa (sbagliando anche, ci mancherebbe altro, perché al contrario di altri non mi considero immune da errori), prendendomi tutti i rischi e mettendoci del mio da tutti i punti di vista: salute in testa. Sono anni che mi chiedo: MA QUANTO VALE UNA VOCE LIBERA? HA VERAMENTE ANCORA SENSO PER QUALCUNO AVERE UNA VOCE LIBERA O LA GENTE SI ACCONTENTA DI VOCI CHE CAVALCANO QUALSIASI TIPO DI ONDA, DANDO DI VOLTA IN VOLTA AL TIFOSO SOLO QUELLO CHE VUOLE SENTIRE? Ecco, questo è quello che volevo capire quando un mese fa ho chiesto a chi ha cuore MILLENOVECENTO di darmi un segnale e una mano a mandarlo avanti. Come? Seguendo queste indicazioni:

1 - BONIFICO a favore di ASSOCIAZIONE CULTURALE ADLERT, causale DONAZIONE MILLENOVECENTO, presso MPS codice IBAN IT 37 D 01030 03283 000061266557. Per ottenere la ricevuta di avvenuta donazione, basta inviare per mail copia della ricevuta di versamento (o solo le coordinate) con i dati (nome, cognome, indirizzo e codice fiscale o partita IVA) della persona che ha effettuato la donazione all’indirizzo sslaziofans@yahoo.it

2 - Versamento su conto POSTEPAY al numero di carta 4023 6009 5905 7714 - STEFANO GRECO - GRCSFN62E10H501Z. Per ottenere la ricevuta di avvenuta donazione, basta inviare per mail copia della ricevuta di versamento (o solo le coordinate) con i dati (nome, cognome, indirizzo e codice fiscale o partita IVA) della persona che ha effettuato la donazione all’indirizzo sslaziofans@yahoo.it

Qui non si tratta di sottoscrivere un abbonamento, perché ho scelto (anche andando contro il consiglio di tanti amici che si occupano di queste cose e mi ripetono che è una follia lasciare un archivio del genere a portata di mano di chiunque in modo gratuito), di lasciare MILLENOVECENTO visibile a tutti e GRATIS. Qui si tratta di capire concretamente quanto è importante per voi MILLENOVECENTO. E dalla risposta che ho avuto in queste settimane, lo è.

Le fila le tirerò solo a giugno, alla fine del periodo che ho fissato un mese fa, ma posso dire che MILLENOVECENTO andrà avanti sicuramente fino a giugno del prossimo anno, perché voglio tagliare il traguardo dei 60 anni, perché ho preso un impegno con tante persone che mi hanno appoggiato e sostenuto: vale sia per gli amici che hanno deciso di sponsorizzare MILLENOVECENTO con i marchi delle loro aziende sia per chi togliendosi un caffè al giorno, un pacchetto di sigarette a settimana o anche solo un pacchetto di sigarette all’anno ha risposto presente all’appello. E dopo quasi 40 anni di professione e quasi 55 anni di Lazio, questa la considero una piccola vittoria, una medaglia da appuntare sul petto. Soprattutto per essere uscito indenne dalla bufera Covid che ha stravolto il mondo e portato mille attività a chiudere i battenti. Per MILLENOVECENTO, invece, l’ultimo anno è stato straordinario, uno dei migliori da tutti i punti di vista.

Non lo so cosa mi riserverà il futuro, ma non mi preoccupo. So che continuerò a lottare, senza cedere ai compromessi e senza arretrare di un millimetro. Perché la mia vita è sempre stata solo bianco o nero, senza grigi che sanno troppo di tristezza e di compromesso. Quindi, oggi mi siedo, mi godo l’ultimo compleanno di questo decennio complicato ma che mi ha regalato grandi emozioni. Quindi, AUGURI a me per queste 59 candeline da spegnere sulla torta della vita e AUGURI a MILLENOVECENTO che taglia il traguardo dei 10 anni di vita. E grazie a tutti voi che ogni giorno mi dimostrate amicizia, affetto e stima.

GRAZIE A TUTTI!





Accadde oggi 23.09

1923 Ancona, campo militare di Piazza d'Armi - Anconetana-Lazio 1-3
1946 Nasce a Parma Enrico Catuzzi
1951 Torino, stadio Comunale - Juventus-Lazio 5-3
1956 Firenze, stadio Comunale - Fiorentina-Lazio 0-0
1970 Londra, stadio Highbury - Arsenal-Lazio 2-0
1973 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Novara 6-0
1979 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Fiorentina 2-0
1984 Udine, stadio Friuli - Udinese-Lazio 5-0
1990 Lecce, stadio Via del Mare - Lecce-Lazio 1-0
2001 Milano, stadio Giuseppe Meazza - Milan-Lazio 2-0
2007 Bergamo, stadio Atleti Azzurri d'Italia - Atalanta-Lazio 2-1
2009 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Parma 1-2

Video

Ringraziamenti

Millenovecento vive grazie a...

Agli amici&sponsor Pietro Ricci (Acqua Filette e Ricci Auto), Marco Lodi (Lodi Optic) e Luca Monaco (OINOS e ESI)... Agli amici Vittorio Sacripanti,… [+]

Titolo Lazio

Analisi del titolo S.S. LAZIO del 1/9/2021
 

49.958 titoli scambiati
Chiusura registrata a 1,236 euro
Variazione del +0,82%