11 Febbraio 2020

Lazio Club New York distrutto dalle fiamme
di Stefano Greco

Nell’East Village, al civico 48 E della 7th Street, c’era un luogo che era diventato una tappa fissa per tutti i tifosi laziali che passavano per New York. È triste scrivere c’era, ma questa è la triste realtà di oggi, perché un incendio ha ridotto in cenere il "Via della Pace", il locale messo su con grande passione e fatica da Giovanni Bartocci, uno dei fondatori del pub-ristorante diventato sede ufficiale del Lazio Club New York Giorgio Chinaglia.

Giovanni, lo scorso anno è salito alla ribalta delle cronache ed è diventato famoso in tutti gli Stati Uniti come il tifoso con la barba che esultava in modo pazzesco nel box riservato allo staff di Matteo Berrettini al torneo di New York, come amico del campione romano che alla fine della passata stagione ha giocato (decenni dopo Adriano Panatta) ATP Finals, il torneo di chiusura d’anno riservato ai migliori giocatori del mondo.

Giovanni è diventato un personaggio negli Stati Uniti e un mito per tutti laziali d’Oltre Oceano. Tutti abbiamo visto almeno una volta un filmato di Giovanni e dei ragazzi del Lazio Club New York, con le loro fantastiche esultanze a distanza per i gol della Lazio: dal successo in Coppa Italia di maggio a quello in Supercoppa di dicembre, passando per i successi nei derby o nelle grandi sfide di quest’anno contro Juventus, Milan e Napoli.

Dopo ogni vittoria della Lazio, un nuovo video postato sul sito, sulla pagina Facebook e su quella Instagram. Fino a ieri, fino alla vittoria di Parma. Poi, oggi, su quelle pagine campeggia un’immagine che fa male al cuore: quella dei pompieri fuori dal locale, con il filmato di Giovanni stravolto e disperato davanti a quelle immagini di devastazione.

“Ragazzi, tutto bene, nessun ferito. Via della Pace non sta messo bene, un po’ come il mio morale. Grazie a tutti per il supporto, sarà dura alzarsi questa volta”, ha scritto Giovanni su Instagram. A lui e a tutti gli amici del Lazio Club New York, va l’abbraccio mio, di Millenovecento e di tutti i laziali: sia quelli che hanno avuto la fortuna (e il piacere) di9 vivere una partita della Lazio in quella magnifica bolgia, sia di quelli che hanno sognato di stare lì e di vivere una giornata di Lazio speciale.

Siamo laziali Giovanni, ci siamo spezzati mille volte ma non ci siamo mai piegati nella nostra storia. E vedrai che sarà così, anche per te, per il tuo magnifico locale e per il Lazio Club New York che risorgerà dalle ceneri di questo incendio, come una novella Fenice. Non ci sarete per Lazio-Inter (il locale aveva fatto registrare già il tutto esaurito in vista della partitissima di domenica sera), ma tornerete presto. Magari prima di maggio, con la speranza di poter festeggiare insieme qualcosa di bello, di straordinario.

FORZA GIOVANNI, FORZA RAGAZZI, FORZA LAZIO!!!!!




Accadde oggi 30.05

1948 Torino, stadio Filadelfia - Torino-Lazio 4-3
1950 Roma, Stadio Nazionale - Lazio-Glasgow Celtic 0-0
1954 Genova, stadio Luigi Ferraris - Sampdoria-Lazio 0-0
1970 Lazio-Napoli 4-0
1989 Nasce a Opava (Rep. Ceca) Libor Kozak, attaccante
1993 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Napoli 4-3

Video

Intervista a Luciano Moggi
di Stefano Greco

Titolo Lazio

Analisi del titolo S.S. LAZIO del 29/04/2020
 

795.609 titoli scambiati
Chiusura registrata a 1,196
Variazione del -0,33%