14 Gennaio 2019

Ironia unica via...
di Stefano Greco

“Ne uccide più la lingua che la spada”. Ho sempre amato i detti popolari, perché in quelle vecchie frasi oltre che la nostra tradizione e la nostra storia, è racchiusa tanta saggezza, un pensiero che se possibile acquista ancora più valore con il passare del tempo che segna anche, purtroppo, la perdita di tradizioni e valori. È vero, certe volte le parole possono far male più di qualsiasi altra cosa, anche più del male fisico che all’epoca poteva provocare un colpo di spada. E se (chiaramente in senso metaforico) non si ha né una spada per combattere ad armi pari né uno scudo per difendersi o un’armatura in grado di resistere in qualche modo ai fendenti, l’unica via percorribile è usare come arma la goliardia o, meglio ancora, l’ironia.

Chi conosce il “pensiero sacratico”, sa bene che il filosofo ateniese  usava  il dialogo come strumento di polemica contro la vuota retorica persuasiva dei sofisti e all’interno del dialogo, come armi, Socrate usava due strumenti: l’ironiache gli permetteva, partendo da una posizioni di apparente inferiorità, di smontare dall’interno le convinzioni dell’avversario e la maieutica, cioè l’arte della levatrice, l’abilità di far nascere i bambini così come il filosofo faceva nascere la verità dialogando con il proprio interlocutore.

Da anni noi laziali siamo completamente indifesi dai colpi che ci arrivano da tutte le parti, anche a causa di alcuni comportamenti  fuori dalle regole al punto da risultare quasi autolesionistici. Non avendo una spada per combattere ad armi pari con chi ha il potere della lingua o della penna e non avendo una società che ha voglia di sporcarsi veramente le mani per difendere il nome della Lazio, denunciando non a parole ma con denunce penali e richieste di risarcimenti danni chi infanga senza rischiare nulla il nome della Lazio, abbiamo due sole possibilità: scendere in piazza e combattere veramente, oppure fare nostro in pensiero socratico e usare l’arma dell’ironia, della goliardia.

Così, in occasione dell’ennesima bufera mediatica e dell’ennesima ondata di fango, la risposta di una parte del mondo Lazio è stata quella di sdrammatizzare, di usare l’arma dell’ironia e il web per ridicolizzare chi in modo ridicolo (e strumentale) ha tirato dentro in tutti i modi la Lazio nel calderone acceso dai fatti di Santo Stefano: la morte del tifoso interista negli scontri vicino San Siro tra napoletani e interisti e, soprattutto, i cori razzisti e discriminatori che hanno provocato la chiusura di San Siro.

Laziali colpevoli di qualsiasi cosa, quindi, dall’attentato alle Torri Gemelle al rapimento di Aldo Moro, con mani esperte che grazie all’abilità nell’uso di Photoshop hanno prodotti fotomontaggi quasi perfetti come quello che immortala Aldo Moro con alle spalle la bandiera della Lazio dell’epoca invece della stella a 5punte delle BR, oppure un finto articolo con cui si svelano clamorosi retroscena dell’11 settembre del 2001, con tanto di citazione in Latino di Lotito.

Ci ho giocato anche io questa mattina su Facebook, perché sono convinto che questa sia realmente l’unica via percorribile: sommergere sotto una risata e ridicolizzare d’ora in poi tutti quelli che attaccano la Lazio. Perché tanto siamo disarmati e indifesi: perché non possiamo lottare ad armi pari contro chi ha un mezzo mediatico così potente e non abbiamo una società disposta a fare guerra a chi dovrebbe fare comunicazione e invece fa disinformazione o produzione di vere e proprie fake news.




Accadde oggi 26.04

1925 Roma, campo Rondinella - Lazio-Pro Italia 1-0
1931 Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Napoli 0-1
1934 Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Brescia 3-2
1936 Alessandria, campo del Littorio - Alessandria-Lazio 2-0
1942 Roma, stadio del P.N.F. - Lazio-Napoli 1-0
1959 Bologna, stadio Comunale - Bologna-Lazio 1-1
1960 Nasce a Piovene Rocchette (VI) Giulio Nuciari
1964 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Torino 0-0
1970 Brescia, - Brescia-Lazio 0-0
1992 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Cremonese 3-2
1998 Roma, stadio Olimpico – Lazio-Parma 1-2
2009 Roma, stadio Olimpico - Lazio-Atalanta 0-1

Video

Intervista a Luciano Moggi
di Stefano Greco

Titolo Lazio

Analisi del titolo S.S. LAZIO del 26/3/2019
 

49.936 titoli scambiati
Chiusura registrata a 1,192
Variazione del -0,67%