13 Ottobre 2011

Lazio, Edileuropa, B&G Consulting e quel credito di 1,8 milioni di euro: una storia poco chiara....
di Stefano Greco

Una settimana fa, il Consiglio di Sorveglianza della Lazio ha approvato e firmato il bilancio della società. Fin qui, nulla di strano, normale prassi in vista dell’Assemblea annuale degli azionisti chiamata a dare il definitivo e scontato (Lotito da solo ha la maggioranza assoluta delle quote…) via libera al bilancio chiuso al 30 giugno 2011.
Spulciando tra i dati contenuti all’interno del bilancio, quello che ha incuriosito di più e che in questi giorni è stato riportato anche da altre parti, è quello legato ad un credito di 1,8 milioni di euro riportato sia a pagina 58 (“Fra i crediti verso clienti nazionali i più significativi sono quelli verso B&G Consulting di Euro 1.800 migliaia per la sponsorizzazione della maglia della stagione 2009/2010, rispetto al quale è stata riconosciuto una dilazione assistita dall’emissione di titoli a garanzia”) che poi a pagina 129. Lo stesso credito, risulta anche nel bilancio dello scorso anno, quello al 30 giugno del 2010, ma invece che di 1,8 milioni di euro, è di 1,5 milioni di euro, sempre per la sponsorizzazione della maglia per la stagione 2009-2010. E qui c’è la prima cosa strana. Visto che è difficile pensare che per il mancato pagamento nei tempi stabiliti la B&G Consulting abbia versato alla Lazio qualcosa come il 20% di interessi, viene da pensare che quei 300.000 euro in più siano relativi ad ulteriori apparizioni dello sponsor, di cui la B&G Consulting è garante presso la Lazio, nella stagione 2010-2011. O comunque dopo l’approvazione del bilancio al 30 giugno 2010. E se così fosse, i dati forniti dalla società e inseriti nel bilancio sarebbero quantomeno  incompleti.
Già, ma quale sarebbe questo fantomatico sponsor? E cosa fa in realtà la B&G Consulting? Andiamo con ordine. Nell’assemblea degli azionisti che si è tenuta a Formello il 28 ottobre del 2010, su precisa domanda di un azionista, il presidente Lotito disse che il credito che la Lazio vantava con la B&G Consulting era legato alla società Edileuropa, che a partire dalla stagione 2007-2008 aveva messo una tantum il suo marchio sulle maglie della Lazio. Insomma. Edileuropa diventa sponsor saltuario della Lazio nella stagione 2007-2008, ma di questa sponsorizzazione si comincia a trovare traccia solo nel bilancio dell’esercizio 2009-2010. Una cosa già di per sé singolare. Come è singolare il fatto che la società non abbia ancora emesso nessuna fattura per garantirsi il pagamento di questo credito arrivato a 1,8 milioni di euro. Ma la cosa diventa ancora più curiosa e interessante se si va a controllare che cosa fa in realtà la B&G Consulting.
Di società con questa denominazione ne esistono solo due in Italia. Una con sede a Catania e una con sede a Roma. E non essendo specificato nel bilancio della Lazio se si tratta di una S.p.a., una S.r.l. o di una S.a.s. noi ci auguriamo che la B&G Consulting di cui si parla nel bilancio non sia quella con sede legale a Roma a Via Muzio Clementi 70, a due passi da piazza Cavour (dove Edileuropa ha un cantiere aperto da quasi due anni per la costruzione di box sotterranei tra il palazzo di Giustizia e il Cinema Adriano) e dallo studio dell’avvocato Gentile. Sì, perché questa B&G Consulting ha una storia e un’attività decisamente singolare. Da una visura ordinaria delle società di capitale fatta in data 12 ottobre 2011 presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, è uscito fuori che la B&G Consulting è una S.r.l. da 65.000 euro di capitale versato che nasce con atto del 24 luglio del 2007 (guarda caso proprio nell’anno in cui il marchio Edileuropa fa la sua comparsa sulle maglie della Lazio, priva di sponsor ufficiale) con l’acquisizione del 100% delle quote della Mosquito S.r.l. che si occupa di promozione pubblicitaria. Fin qui, nulla di strano. Se non fosse, però, che questa B&G Consulting è legata ad un negozio che inizia la sua attività in data 31 luglio del 2007 in via Arcione 90, in pieno centro storico, tra via Due Macelli e via della Mercede. Non un ufficio di promozione pubblicitaria, quindi, ma un negozio di abbigliamento, bigiotteria, profumeria e di vendita di oggetti per la persona, specializzato nella vendita al dettaglio di cappelli, ombrelli, guanti e cravatte….. E al 30 giugno del 2011, la B&G Consulting S.r.l., sempre da visura, ha un solo dipendente. All’apparenza (sempre che sia questa la società di cui si parla nel bilancio della Lazio) una “scatola vuota”, come si dice in gergo. O comunque una scatola, per quanto possa andare bene quel negozio, dalla quale appare difficile poter tirare fuori qualcosa come 1,8 milioni di euro.
Ma di chi è la B&G Consulting? Dal 26 settembre del 2011, appena tre giorni dopo il deposito del progetto di bilancio della S.S. Lazio, con atto datato 12 settembre il socio e amministratore unico della B&G Consulting è un cittadino marocchino di 58 anni, Oukki Said, residente a Vasanello, in provincia di Viterbo. Augurando tutte le fortune di questo mondo al signor Oukki Said e al suo negozio di bigiotteria e oggettistica di via Arcione 90, ci auguriamo che non siano lui e la sua B&G Consulting S.r.l. i veri debitori di quei 1,8 milioni di euro che figurano sul bilancio della Lazio. Ma sarebbe il caso che nel corso della prossima Assemblea degli Azionisti convocata per il 28 ottobre 2011 a Formello, qualcuno facesse chiarezza su questo credito, specificando meglio quale sia la B&G Consulting debitrice e quali siano questi titoli a garanzia del pagamento del credito rilasciati alla Lazio.

Scarica l'allegato PDF



Accadde oggi 16.07

2003 Vigo di Fassa, Salorno-Lazio 0-11
2008 Auronzo di Cadore, stadio Rodolfo Zandegiacomo - Rapp.Bellunese-Lazio 0-8

Video

Intervista a Luciano Moggi
di Stefano Greco

Titolo Lazio

Analisi del titolo S.S. LAZIO del 05/06/2020
 

408.999 titoli scambiati
Chiusura registrata a 1,576
Variazione del +1,81%